Educazione di genere

L’esperienza maturata negli anni ci insegna che gli alunni, nelle diverse fasi del loro percorso scolastico, hanno processi di apprendimento differenti per tempi e modalità. Per questo consideriamo l’educazione omogenea come una scelta di opportunità personale, attraverso cui mettere ogni singolo alunno nella condizione migliore per affrontare il proprio percorso di crescita.

Educazione omogenea nell’età, per quanto riguarda i bambini fino ai sei anni, e nel genere per i cicli di primaria e secondaria. Questa impostazione riguarda esclusivamente i momenti di apprendimento in classe, mentre tutto il resto delle attività – laboratori, progettualità, esperienze – viene concepito in relazione e compartecipazione.

Siamo convinti che bimbi di diversa età, nei nidi e nelle scuole dell’infanzia e ragazzi e ragazze nella primaria e secondaria si sentano più a proprio agio quando sono separati nelle attività di apprendimento e insieme in tutto ciò che li vede protagonisti attivi.